Kartodromo Puglia PistaJonica Kart Minimoto Motard a Mottola (TA)

Cerca

Vai ai contenuti

Bambini

Corsi Bambini > Corso Bambini

Obblighi


A.S.D. karting club pista jonica
Il 1° CORSO BASE di GO KART per bambini da 5 a 12 anni


Il corso è rivolto ai più giovani che si stanno avvicinando al mondo del Karting, per introdurli a questo sport nel modo migliore. Costituito da una parte teorica ed una di pratica, si pone l'obiettivo di preparare i futuri piloti sia dal punto di vista sportivo che psicologico oltre che pratico. Ogni corso viene svolto per, al massimo,2 - 3 piloti al fine di seguire tutti con la massima attenzione e scrupolosità. L'alto livello di preparazione dei docenti e la loro esperienza è garanzia del risultato. A tutti i partecipanti verrà rilasciata la tessera Assicurativa Associativa al termine del corso, un diploma attestante la frequenza, riconosciuto dalla CIKA-ENDAS

" A chi è rivolto: giovanissimi, con età superiore ai 5 anni compiuti, con o senza Kart proprio. Il corso è suggerito anche per quei giovanissimi, mai saliti su un kart, che intendono valutare l'eventuale pratica di questo sport. Sono ammessi anche piloti di nazionalità non italiana.
" Quanto dura: il corso si articola in 2 lezioni da2 ore ciascuna in due differenti giornate . Ogni lezione è composta da30 minuti ( mezzora) di teoria e 1 ora e mezza di pratica in pista. Il corso si completerà con brevi lezioni anche per i genitori dei piloti.
" Dove ed in quali giorni: le lezioni hanno luogo nella Pista Jonica di Mottola dal lunedi' al venerdi' nelle ore pomeridiane. SU PRENOTAZIONE

Il punto di vista di un laureato che ha fatto una tesi su questo argomento :

Attraverso le competizioni con i kart il pilota viene costituendosi fino da bambino, allenando non solo la tecnica di guida, i riflessi, il sorpasso ed il fisico stesso, ma anche caratteristiche piu' strettamente psicologico-caratteriali: la gestione della propria aggressività facendo uso dell'autocontrollo, la lucidità mentale, durante il tempo di qualifica e la gara e il corretto uso dell'istintività. Questi sono esempi che dimostrano come questa disciplina sia per il pilota una vera e propria palestra per lo sviluppo del carattere e per la gestione della propria emotività

Il punto di vista di una Pedagogista:

Dal punto di vista pedagogico il Kart ha tutti i benefici degli altri sport, quindi:
- imparari a conoscere i propri limiti e le proprie potenzialità (anche grazie al fatto che ci si misura con gli altri);
- impari a fare autocritica;
- imparare a vincere, a perdere (ciò però implicherebbe la presenza di un adulto responsabile...)
- gestione dell'ansia sopratutto in gara.
- stimola la concentrazione.

In particolare,si sviluppa la coordinazione perché , sopratutto nei bambini piccoli, il volante non è intuitivo come si possa immaginare. Anche la coordinazione dei piedi che vanno usati in maniera "scoordinata" cioè non sincrona è una novità per i più giovani. Freno e accelleratore non vanno schiacciati assieme.
Poi i riflessi sono notevolmente stimolati perchè è tutto fatto in velocità.

Informazioni

Bandiere che devono essere usate solo dal Direttore di Gara o dal suo assistente sulla linea di partenza:

a) Bandiera tricolore nazionale: viene normalmente utilizzata per dare la partenza della gara da fermo.
b) Bandiera rossa: dovrà essere agitata sulla linea di partenza quando è stata presa la decisione di arrestare una sessione di prove o la corsa. Simultaneamente anche in tutte le postazioni di controllo che si trovano sul tracciato dovrà essere esposta una bandiera rossa.
c) Bandiera a scacchi neri e bianchi: dovrà essere agitata e significa la fine d'una sessione di prove o della gara.
d) Bandiera nera: viene utilizzata per informare il pilota interessato che la prossima volta che si avvicinerà all'ingresso della corsia dei box, dovrà fermarsi al proprio box.
e) Bandiera nera con disco arancione: viene utilizzata per informare il pilota interessato che la sua vettura ha dei problemi meccanici per potrebbero costituire un pericolo per se stesso o per gli altri piloti e che dovrà fermarsi al proprio box nel giro successivo, dal quale potrà ripartire non appena l problema sarà stato risolto.
f) Bandiera nera e bianca divisa in diagonali: questa bandiera dovrà essere mostrata una sola volta e costituisce un avvertimento: indica al pilota interessato che è stato segnalato per un comportamento scorretto.

Bandiere che vengono usate nelle postazioni di controllo lungo il percorso:
a) Bandiera rossa: questa bandiera, come già detto, interrompe la gara. Tutti i piloti debbono rallentare immediatamente e ritornare alla corsia dei box. In questo caso i sorpassi sono vietati.
b) Bandiera gialla: è un segnale di pericolo e dovrà essere mostrata ai piloti in due modi con i seguenti significati:
- una sola bandiera agitata significa che c'è un pericolo sul bordo o su una parte della pista, bisogna ridurre la velocità, non doppiare ed essere pronti a cambiare direzione;
- due bandiere agitate significa che un pericolo ostruisce totalmente o parzialmente la pista. Bisogna ridurre la velocità, non doppiare ed essere pronti a cambiare direzione o fermarsi.
c) Bandiera gialla con righe rosse: avverte i conduttori del deterioramento dell'aderenza dovuto alla presenza sulla pista di olio o di acqua.
d) Bandiera blu poco intenso: indica ad un pilota che sta per essere sorpassato e deve permettere alla vettura che lo segue di passare alla prima occasione.
e) Bandiera bianca: è utilizzata per indicare al pilota che c'è un veicolo molto più lento sulla porzione di pista controllata da quella postazione.
f) Bandiera verde: indica che la pista è libera, magari dopo un incidente o a seguito di presenza in pista di olio o acqua.

Home Page | La Pista | Tariffe | Gallery | Gare | Corsi Bambini | Karting Club | Mercatino | Contatti | Meteo | Dove Siamo | Collaborazioni | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu